Veduta di Fonte Alto

FONTE

logo Fonte

Il nome Fonte deriva dalla numerosa presenza di sorgenti d’acqua. In età romana il territorio era compreso nel “Municipium” di Asolo, come conferma tuttora la disposizione regolare di alcune strade, ricordo dell’antica centuriazione, ed i numerosi reperti archeologici conservati al Museo Civico di Asolo. L’importanza della zona crebbe in seguito alla costruzione della via Aurelia, che collegava Asolo a Padova. Fonte è una delle località coinvolte nelle vicende che, tra l’XI secolo e il XIII secolo, videro come protagonista la potente famiglia degli Ezzelini.

A Fonte Alto, antica pieve, la Chiesa Arcipretale è dedicata a San Pietro. È raggiungibile con una scalinata di ben 102 gradini, da dove si gode un insuperabile panorama, e conserva la navata dipinta dal celebre Giovan Battista Canal. Altri luoghi d’interesse sono i ruderi del castello sul Monte San Nicolò e Villa Pasini. La festa del Patrono si tiene il 29 giugno.

Il nome di Onè deriva dall’albero dell’ontano, che in lingua veneta è “onèr”. Vi si trovano la Chiesa della Beata Vergine del Monte Carmelo, costruita modernamente in stile neogotico, Villa Bacchis-Nervo del XVII secolo in stile veneziano e attualmente sede municipale, Villa Malombra-Bellotto, Villa Persicini (che ha ospitato il Re Vittorio Emanuele III).

La Patrona si festeggia il 16 luglio.

Il paesaggio collinare, tra il massiccio del Grappa e la pianura, è di una dolcezza unica e Fonte è negli itinerari culturali e turistici della Marca (Architettura, Grande Guerra, Vino e Sapori). Il territorio ed il sapiente lavoro dell’uomo offrono prodotti di grande qualità: dai vini all’olio, dai formaggi al miele, dalle carni alla frutta.

Il mercato è il lunedì mattina sul piazzale del Municipio. La terza domenica di marzo si svolge la fiera Fonte in fiore e nella seconda metà di settembre la Festa dell’Uva.

 • Via Monte Grappa, 17 – 31010

• Telefono: 0423 948272 – www.comune.fonte.tv.it

• Altitudine: 107 m s.l.m.

• Superficie: 14,6 km²

• Abitanti: 6.000

• Località: Fonte Alto e Onè

SCARICA LA MAPPA

COSA VEDERE

Percorsi ad anello:


“Da ponte a ponte – strada delle More”: salendo da sud al ponte sul Muson (in località Rosina ad Onè) svoltare a sinistra per Via Lastego, a destra per Via Battagello, a destra per Via Mattarelli, a destra per Via Musone, e ci si ritrova di nuovo sul Muson e quindi ancora sui Sentieri degli Ezzelini.


“Su pa i Boschi”: da Via San Salvatore a Fonte Alto prendere a destra per Via Boschi, si arriva in Via Giannotti (Asolo), a destra per Via Santa Margherita e poi Via San Pio X ritornando sui Sentieri.

INFO

Parcheggi per autovetture in prossimitą dei Sentieri:

A. Via Asolana a Onè: parcheggi nell’area artigianale di Via delle Industrie.

B. Via San Pio X a Onè: parcheggio di Via Gastaldia (a sud Baita Alpini).

C. Via San Salvatore a Fonte Alto (100 m a nord dei campi sportivi parrocchiali).