SUI SENTIERI DEGLI EZZELINI

Il percorso e la mappa dei sentieri

L’Itinerario turistico Sui Sentieri degli Ezzelini lungo il Muson e il Lastego raggiunge complessivamente i 40 km di lunghezza. Il primo stralcio è stato inaugurato il 19 maggio del 2012 e si sviluppa prevalentemente lungo il torrente Muson, per alcuni tratti anche lungo il Musonello, nei Comuni di Riese Pio X, Loria, Castello di Godego, Castelfranco Veneto e Resana per una lunghezza di Km 19,100.

 

Il secondo stralcio, inaugurato il 21 giugno 2015, si sviluppa nei Comuni di Crespano del Grappa, Paderno del Grappa, Fonte e Asolo per una lunghezza di Km 20,250. Un primo tratto segue l’asta del Muson da località Spineda in comune di Riese Pio X fino all’Antico Maglio in località Pagnano d’Asolo da cui è possibile raggiungere a piedi, dopo circa due chilometri, località Casonetto in comune di Asolo.

 

Il secondo percorso si dirama dal primo in corrispondenza di ponte Scremin, località Pagnano d’Asolo, lambisce la zona orientale del centro di Onè di Fonte, attraversa Fonte Alto, seguendo poi il corso del torrente Lastego nella valle dei mulini. Lungo il confine comunale tra Crespano e Paderno, entra nel parco naturale di San Pancrazio a Crespano, sale lungo via Valderoa fino alla località Castagner dea Madoneta, scende lungo via Nova per risalire e ricongiungersi agli itinerari del Grappa in località San Liberale in Comune di Paderno.

 

L’escursionista dispone di un percorso che, partendo da Padova seguendo il Sentiero di S. Antonio e quello successivo Sui Sentieri degli Ezzelini, lo porterà, dopo circa 73 Km, alle pendici del Monte Grappa, da dove dipartono tutti i sentieri e gli itinerari di montagna. Sono segnalati in questa mappa altri sentieri ad anello nei vari Comuni che accompagneranno il visitatore, lungo un viaggio storico-sentimentale, alla scoperta di monumenti, ville, acque, risorgive, parchi e tracce della tradizione veneta.

 

Dalle sorgenti del Lastego si potrà raggiungere il giardino vegetazionale-didattico Astego, sito che assicura un suggestivo cono di visuale verso la vetta del Monte Grappa, sui Colli Asolani e sulla pianura trevigiana. Poco distante a San Zenone degli Ezzelini, Paese del Verdelfo, c’è l’Oasi di S.Daniele e a Crespano, il “Centro don Chiavacci” con l’Osservatorio Astronomico e laboratori dedicati all’educazione ambientale.

 

Nell’Asolano, a Castelcucco nella Radura Val dea Tor nei pressi dell’antica Chiesetta di Santa Giustina e a Monfumo dove le antiche miniere di lignite bucano in profondità la roccia, si trovano le sorgenti del Muson. Il Sentiero attraversa la S.S.248 Schiavonesca-Marosticana nel punto a sud dove si imbocca la panoramica via Cà Falier lungo il Muson. Tra Riese, Loria e Godego possiamo fare sosta nei parchi del Muson/Musonello e dell’antico Sacello di S. Pietro. A

 

Castelfranco Veneto, Terra di Giorgione, il Parco di Villa Bolasco e il Teatro Accademico cattureranno il visitatore per armonia e bellezza. A ovest del tracciato sono facilmente raggiungibili le ciclovie del Brenta che attraversano Bassano del Grappa e la città murata di Cittadella. A Resana, verso Treviso, la ciclovia green way del parco del Sile presenta incontaminati scenari naturali che sfumano verso il mare.

 

La mappa disegnata ci consente ora di avere una visione d’insieme dell’area territoriale dei 9 Comuni, un tempo dominio della famiglia medievale degli Ezzelini. Impariamo a riconoscere il valore dei diversi elementi evidenziati in questa carta, con l’auspicio che vengano scoperti e fruibili da residenti e turisti. Sono occorsi 20 anni per vedere oggi ultimato l’intero percorso “Sui Sentieri degli Ezzelini lungo il Muson e il Lastego”.

 

Un grazie alla Regione Veneto per il contributo per questa mappa, alla commissione intercomunale e a tutte le Amministrazioni comunali che si sono succedute finora, al progettista, e a quanti hanno creduto sin dall’inizio in questo progetto.

Galleria immagini